L’ultima (non) riunione dell’AdaTe

Centro_Chiodi_77x76.jpgL’ultima  (non) riunione dell’AdaTe per la nomina del consiglio di amministrazione del nuovo Consorzio ha evidenziato come, da un lato, i componenti si siano posti il problema dell’opportunità di procedere alle nomine in assenza dei Comuni commissariati  (aspetto su cui abbiamo per primi ed immediatamente sollevato perplessità) e, dall’altro, se si può accogliere con soddisfazione le dichiarazioni di amministratori responsabili come il Sindaco di Notaresco, Walter Catarra, il quale riconosce che non vi sarebbe legittimazione politica e invita alla cautela per arrivare ad avere una fortissima legittimazione da parte di tutte le realtà interessate, si devono purtroppo  registrare nuove infelici uscite come quella del Sindaco di Pineto, Luciano Monticelli, il quale dichiara che «non si può rincorrere il Comune commissariato di turno». Il Sindaco di Pineto, Monticelli, dovrebbe sapere benissimo che se vi sono Comuni commissariati dovremmo ringraziare (e lui stesso dovrebbe farlo per primo) l’ex Giunta Regionale di centrosinistra guidata da Del Turco, sempre che lo stesso Monticelli negli ultimi mesi non sia stato  all’estero! Ma forse sarebbe più utile ricordargli che in Italia vige la democrazia con regole e leggi e per ciò che concerne le regole, esse impongono che i “pochi” non possono imporre le proprie decisioni ai “molti”, ma semmai avviene il contrario. Per quanto riguarda le leggi, inoltre, si ritiene che la vicenda dei T-rex avrebbe dovuto illuminarlo. Considerando, altresì, che il Presidente della Provincia, D’Agostino, continua a dirsi preoccupato nel non poter creare in tempi brevi l’ennesima scatola vuota, siamo a chiedergli, se vuole veramente alleviare i costi derivanti dallo smaltimento dei rifiuti, di  iniziare a rinunciare a quel 5% che la sua Provincia incassa immeritatamente (considerando che in tre anni non ha trovato soluzioni al problema) dall’importo della TARSU e della TIA che le imprese e le famiglie dell’intera provincia teramana pagano puntualmente, almeno fino a quando non sarà risolta l’emergenza derivante dalla carenza cronica di impianti di smaltimento. Anzi, visto che tale richiesta gli è stata fatta già nel 2007, lo faccia in maniera retroattiva, così il risparmio sulle prossime bollette sarà del 15%!

Teramo, 14 gennaio 2009                                 Lista civica “Al centro con Chiodi” 

Il Coordinatore Comunale Roberto Canzio

L’ultima (non) riunione dell’AdaTeultima modifica: 2009-01-14T15:05:00+01:00da radioladynews
Reposta per primo quest’articolo